Pagine

venerdì 22 aprile 2016

La rappresentazione del tuo dolore

Quanti affreschi sparsi tra le pareti della nostra dimora,
Tanta rappresentazione del tuo dolore,
Ed io, madre tua, astante e dolorante,
Stringo le mie membra, che alienano la tua evoluzione.
I miei occhi scrutano,
Tutti i colori che brutalmente
Lanci nelle immense tele.
Figlio diletto, sorprendimi,
Non oltraggiare il tuo corpo,
Contempla la tua immagine,
Riflessa nel rigagnolo dell’Esistenza.
La mia mano stanca,
Sfiora il tuo sorriso lontano nel tempo,
La tristezza dentro il mio cuore prostrato,
Si inchina ad un passato deturpato.
Ti offro la mia vita,
Affinché tu possa rifiorire e segui le orme
Che ti accompagneranno
Nella resurrezione della tua anima

giovedì 10 marzo 2016

Nascita e morte di un amore

Ti ho lasciato per amore.
Con amore.
Mi sono inchinata al tuo essere Uomo.
Mille miglia ci separavano
Dal vivere il nostro amore.
Tu, eterno accusatore,
Di colei che non ti tradì.
Mai nessun pensiero
Fu per altri.
Inaspettatamente una voce
Mi informò dei tuoi continui inganni.
Donne ed eros.
Menzogne ed espedienti.
Stratagemmi e falsità
Hai ucciso il mio cuore.
Costruivi e demolivi,
Per farmi sentire una sterile balorda
Ed io, chinavo il capo.
Ma nel dì, più importante,
Per due innamorati,
Ebbi compassione di me.
Fermai la trama dei tuoi raggiri,
E, con tormento,
Frustrazione e afflizione,
Ripresi la mia vita.





domenica 21 febbraio 2016

Eterna solitudine

Un ricordo immerso nelle mie membra,
Disperso come una foglia nella tormenta,

Solitudine, amica mia,
Non tradire chi ha la tribolazione nel cuore,

Eterna sarai, amante della vita mia,
Cupa e ridente. Ascolta la mia silenziosità,

Una panchina, travolta e stanca,
raccoglie le mie paure,

Incancellabile segregazione del mio essere.





venerdì 11 settembre 2015

Il mio principe

Ripercorro e inseguo nella mente,
Tutti i magici momenti vissuti intensamente
Accanto al mio unico amore.
Senza te, non respiro,
Ansimante nell’oblio del mio dolore.

Custodirò la tua voce,
I tuoi lunghi biondi capelli
E, ad occhi chiusi, mi immergerò
Ancora ed ancora,
Nell’azzurro del tuo sguardo.

Sprazzi di felicità vissuta
Nel panorama del nostro unico paesaggio,
Che ci accolse, testimone silenzioso e garbato.
Rimembranze delle tue lacrime,
Delicate e timide.

Del mio nome ansimato nella notte,
Avvolto nelle tue paure, amore mio.
I nostri visi radiosi, riflessi nello specchio,
I nostri occhi che spruzzavano
Una felicità ricercata.

Adesso il tuo abbraccio si è perso nell’isola
Dei nostri silenzi.
Sei stato il mio principe.
Ma le favole sono sogni
Del nostro inconscio.

E, nonostante la brevità
Del nostro folle amore,
Nulla potrà sostituirti
Nella profondità del mio cuore,
lacrimante e lacerato.

Da questo istante accarezzerò
Le mie cicatrici. Le uniche
Che mi parleranno di te.

Addio, Principe.

sabato 5 settembre 2015

Dipingerò la mia solitudine

Il bagliore della luna piena,
Risveglia la mia artistica anima,
Con un pennello colorato
Dipingerò la mia solitudine.

Giungerò fino a te,
"Luna" che mi accompagni
Nella grandiosità del tuo infinito,
Deliziandomi nel tuo silenzio.

La tela raccoglie il mio eremitaggio,
Pochi colori e l'affresco
Appare come una ricompensa
Ai miei reconditi pensieri.

Io, donna claustrale,
Intingerò i miei pensieri,
Nella notte del mio cuore e
Osserverò il mio affresco.

Tanto buio intorno,
Io salirò quelle scale per
Approdare ed immergermi
Nella tua luce.













sabato 29 agosto 2015

Tracce di passato

Seduta sulle scale
Di una rurale casetta
Una bimba avvolta nel suo abitino azzurro
Abbraccia un girasole
Avvolgendosi con il suo solare colore.
Accanto a lei, due gattini,
Accoccolati tra le braccia
Della loro mamma
Riposano serenamente.
Tutto intorno è pace.
Chi potrà scalfire
questa fotografia?
L'iniquità umana.
Rimarrà nella stanza dei ricordi
Questa quiete campestre.
Ma un dì,
La bimba diventò donna
E comprese
che la vita
Non è un verdeggiante paesaggio
Ma una pianura incolta
E arida di sentimenti.


martedì 25 agosto 2015

Disillusione

Quando il giorno si inchina alla sera,
Contemplo le stelle che modellano
Il colore delle tenebre.

Meteoriti sgretolanti e polverose
Si infrangono nel mio cuore
Distruggendo la mia essenzialità.

Tu, fautore della morte,
Vaghi nella metropoli,
Divulgatore teatrale di amore puro.

Ibrido e ambiguo,
Laico e costruito.
Annientatore senza compassione.

Il tuo inganno
Sarà la tua prigione.
Il tuo calvario.

Io, guerriera dolorante
Con il cuore dilaniato,
Mi rialzerò.

E tu,
sarai un'ombra viaggiante
Nell'oscurità.